User

Login oppure Registrati

Partecipazione e incidenza femminile

 

Per descrivere il fenomeno della partecipazione delle donne al voto e della loro incidenza, rispetto al genere maschile, sono stati individuati e costruiti due diversi indicatori.

L’indicatore della partecipazione al voto è composto dal numero di donne che si sono recate alle urne sul totale di donne iscritte nelle diverse sezioni elettorali di ciascuna municipalità. Per comprendere al meglio eventuali differenze dovute al genere, tale indicatore è confrontato con quello maschile. Il secondo indicatore, che misura l’incidenza delle donne votanti, è influenzato dalla numerosità delle donne, il numero delle donne è sempre superiore a quello maschile, ma in ogni caso offre una rilevante informazione dell’importanza della partecipazione delle donne al voto. La fonte dei dati è il Comune di Napoli - Servizio Sistema Informativo Amministrativo e Documentale. Le diverse consultazioni sono relative all’anno 2011, e nello specifico si tratta di:

Comunali e Municipalità 16 maggio 2011

Comunali Ballottaggio 30 maggio 2011

Referendum 13 giugno 2011

Le consultazioni sono avvenute nello stesso anno, per cui non esistono differenze, a livello comunale, nel numero di iscritti totali e differenziati per genere, anche se nel caso del referendum che è avvenuto a distanza di un mese si nota una flessione di circa 40.000 unità. L’affluenza alle urne raggiunge valori massimi nel caso delle comunali, decrescendo in occasione del ballottaggio e ulteriormente nelle consultazioni referendarie.

Continuando a riferirsi ai dati comunali, in tutte e tre le occasioni, si osserva una maggiore partecipazione maschile rispetto a quella femminile, nonostante le donne incidano in misura maggiore rispetto al totale votanti. Nel caso delle comunali il 62,5% degli uomini si è recato a votare, contro il 58,4% delle donne. D’altro canto il voto degli uomini incide solo del 48,7%, contro il 51,3% delle donne. Nel caso del ballottaggio i valori sono del 53,2% contro il 48,2%, nel caso della partecipazione, e il 49,5% contro 50,5%, nel caso dell’incidenza. Le consultazioni referendarie mostrano dei valori inferiori alle precedenti occasioni. Solo il 50,3% degli uomini si è recato alle urne, contro il 48,3% delle donne, anche in questo caso l’incidenza femminile in occasione del voto è superiore a quella maschile, il 52,2% contro il 47,8%.

Fonte: Elaborazioni proprie, Comune di Napoli - Servizio Sistema Informativo Amministrativo e Documentale

Go-back-icon Indietro
Logo_ue Logo_ri Logo_fse Logo_campania Logo_napoli
Logo_paa Logo_lupt Logo_cdie